Truffe In Rete

Segnalazione casi di truffe on line

Poste Italiane: continua il phishing delle false vincite

Pubblichiamo un altro tentativo di phishing che riguarda una falsa vincita di un Ipod promessa agli utenti dei servizi online delle Poste Italiane.

“Hai vinto un IPod Touch 8GB: clicca sul pulsante “Conferma” e l’IPod arriverà direttamente a casa tua”; così recita l’e-mail truffaldina, segnalataci da una nostra lettrice che ringraziamo per il suo contributo.

Non deve trarre in inganno il riferimento al concorso del sito www.ilrestodelmondo.it che non ha nulla a che vedere con l’e-mail in questione.

Il riferimento al concorso è stato inserito solo per rendere più veritiero il contenuto dell’e-mail e convincere il malcapitato utente Bancoposta che si tratta effettivamente di uno dei tanti premi messi in palio, come appunto quelli del concorso.

Questa e-mail è phishing

Phishing-Poste-Finto-Premio-Ipod

L’indirizzo che si nasconde dietro il pulsante [CONFERMA] è il seguente:

http://**www.fireworks.kr**/8f267d719b3fc6da01457fdfe87f7347

ospitato su un server di un provider di San Francisco (IP: 67.215,65.132) la cui scheda WHOIS è la seguente:

OrgName:    OpenDNS  LLC
 OrgID:      OPEND-2
 Address:    199 Fremont St.
 Address:    12th Floor
 City:       San Francisco
 StateProv:  CA
 PostalCode: 94105
 Country:    US
 RegDate:    2007-10-12
 Updated:    2008-05-05
 OrgAbuseHandle: GBP7-ARIN
 OrgAbuseName:   Patterson  George B
 OrgAbusePhone:  1-415-344-3139
 OrgAbuseEmail:  abuse@opendns.com
Annunci

20 giugno 2009 Posted by | finti premi, phishing | , , | 1 commento

Fastweb è il nuovo obiettivo del phishing

Dopo le banche è la volta dei provider. Questa volta a cadere nella rete dei phisher è Fastweb ed in particolare il suo servizio di web mail. Circola da oggi tra le caselle di posta italiane un e-mail truffa, la cui natura è facilmente riconoscibile, che cerca di entrare in possesso delle credenziali di autenticazione dei clienti FastwebMail.

Il testo del messaggio inviato apparentemente dal “Fastwebnet Support Desk” presente gravi errori grammaticali e storpiature alla lingua italiana tipiche di software di traduzione automatica, insieme alla presenza di caratteri cirillici, specifici delle lingue slave, che rendono assolutamente poco credibile il testo dell’e-mail.

Il tentativo di phishing si presenta inoltre privo di link al sito clone.

Si tratta di un caso anomalo che rompe il classico schema delle truffe on-line, ma che tuttavia non rappresenta una novità; già in passato si era assistito a casi del genere primo tra tutti quello contro Poste Italiane.

Leggi tutto (Fonte: http://www.anti-phishing.it)

17 giugno 2009 Posted by | notizie dalla rete, phishing | , , | 1 commento